DOCUMENTO PROGRAMMATICO PROPOSTO AL CONSIGLIO DIRETTIVO DEL 7/4 aggiornato al 10/4.

Il consiglio direttivo dell’APICS  ha approvato il seguente documento programmatico  “Missione, finalità e  modalità dell’APICS” cui ispirerà la sua attività nei prossimi anni.

 

Premessa.  Scopi e finalità dell’Associazione.

Giusto il suo Statuto, L’associazione APICS, si propone di migliorare qualitativamente la Costa Smeralda e conseguentemente la godibilità delle vacanze negli immobili degli associati, di allungare la stagione turistica; la valorizzazione degli stessi immobili, nonché la loro redditività; formulare proposte per il miglioramento dei servizi gestiti dal Comune di Arzachena e dal Consorzio Costa Smeralda e dalle loro società controllate, nonché per la loro migliorata efficienza ed economicità.

L’attuale Situazione.

Da molto, troppo, tempo la stragrande maggioranza dei consorziati esprime in ogni sede il suo malessere e la sua profonda insoddisfazione a proposito della gestione del Consorzio Costa Smeralda e dell’attività della controllata Servizi Consortili Costa Smeralda. Negli ultimi anni troppi sono stati gli episodi gravemente lesivi del prestigio del Consorzio e troppo a lungo ignorate le più elementari norme etiche, se non addirittura al limite della legalità (come suggeriscono le molte indagini tuttora in corso). Innumerevoli i plateali conflitti di interessi, per non dire degli interessi privati perseguiti nel nome del Consorzio. Esorbitante la conflittualità tra il Consorzio e i consorziati. Intollerabile la totale assenza di qualsiasi rappresentanza dei consorziati negli organi di governo del Consorzio stesso. Organi nei quali la maggioranza dei componenti non è consorziato ma nominato da un unico consorziato forte della concentrazione di carature che, pur rappresentando solo un quarto del totale, può vantare una assoluta maggioranza relativa dei voti nelle assemblee.

Disapprovazione e Contrasto.

La crescente critica e disapprovazione dell’operato degli organi di gestione e controllo, innescata dalla torbida (e tuttora non chiarita) vicenda definita “Jaguarao Cafè” ha costretto alcuni rappresentanti della nostra associazione a intraprendere penose e interminabili iniziative legali per vedere salvaguardati i propri diritti a conoscere, verificare e valutare l’operato  dei gestori e controllori del Consorzio. Le prime indagini hanno fatto luce su una serie di scelte e determinazioni gravemente lesive degli interessi (patrimoniali e non) della stragrande maggioranza dei consorziati. Il quadro che ne è emerso è talmente grave che al fine di salvaguardare il Consorzio si impone una riflessione “in positivo” e propositiva che porti ad una serie progressiva di azioni di conciliazione tra consorziati e al rilancio del Consorzio con azioni sinergiche che vedano riuniti gli interessi, l’impegno e gli sforzi di tutti .

Le prime proposte.

Pari dignità tra CCS e Comune di Arzachena, con rapporti trasparenti e accordi strategici di medio, lungo periodo (spiagge, rifiuti, manutenzione strade, parcheggi, illuminazione, rete fognaria, servizi idrici);

Incorporazione della SCCS spa nel struttura organizzativa del Consorzio, con un solo consiglio di amministrazione (non remunerato e formato da consorziati) e una struttura organizzativa piatta e rigorosamente funzionale ai servizi per i consorziati, integrata da fornitori di servizi esterni scelti con criteri di “aste e appalti competitivi” per eccellenza qualitativa e costi adeguati; con metodologie operative e standard etici internazionali;

Gestione delle risorse, in primo luogo umane, rispettose delle persone, dell’immagine, dei ruoli e dell’ambiente, con una politica della gestione che tenda alla valorizzazione delle competenze e alla crescita “interna” su criteri di competenza, capacità e merito.

Una politica di gestione ispirata al principio elementare del massimo beneficio con il minimo sforzo, nella totale trasparenza e supportata dalle moderne tecnologie informatiche.

Wi-fi pubblico nei principali centri di incontro nell’ambito del consorzio.

Partecipazione a studi e attività di promozione del territorio di tutta Arzachena e della Gallura finalizzate ad ampliare fortemente l’esperienza “Costa Smeralda” in un contesto ben più ampio di quello del solo Consorzio e delle sue principali attrattive, legate finora prevalentemente alle iniziative degli alberghi di lusso.

Pianificazione di medio e lungo periodo di programmi che considerino tutte le tappe di una “Esperienza  in Gallura” dal come arrivarci, come muoversi, cosa fare, dove andare, la piazza e la vita sociale, spettacoli, intrattenimenti per ospiti di tutte le età e con regolare continuità, diversificazione dell’offerta per criteri demografici, interessi, potere d’acquisto, durata del soggiorno, attività culturali, sportive, ricreative. Definizione dei calendari secondo la tempistica del settore (ovvero con trimestri di anticipo) per la diffusione capillare della relativa informazione e pubblicità promozionale.

Comunicazione capillare, costante e professionale delle attività nel territorio (Arzachena centro, Baia Sardinia, Cannigione, Yacht Marina, e ogni altra).

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

* Copy this password:

* Type or paste password here:

16,624 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress